Visualizzazione post con etichetta festival della dieta med-italiana. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta festival della dieta med-italiana. Mostra tutti i post

martedì 5 giugno 2012

Festival della Dieta Med-Italiana un bilancio che punta al positivo

Ad una settimana dal termine dei lavori, i giovani studenti del Costa
tirano le somme e pensano alle prossime iniziative


ragazzi10.jpg
Lecce – E’ passata una settimana dalla chiusura dei lavori del Festival della Dieta Med-Italiana, l’edizione zero di una ricca kermesse dedicata al regime alimentare e allo stile di vita più sano, equilibrato e sostenibile che ci sia, ed è tempo di bilanci. Un festival ideato e promosso dagli studenti della classe 3B dell’Istituto Costa di Lecce, sostenuto dallaProvincia di Lecce, dalla Camera di Commercio locale e dal Comune di Lecce, patrocinato dal Ministero dell’Agricoltura e da Puglia Promozione, e realizzato con la collaborazione fattiva dell’INRAN di Roma, della Regione Puglia, dell’ASL Lecce/SIAN, deiGAL “Terra d’Arneo” e “Capo di S. Maria di Leuca”, di Cia, Coldiretti e Confindustria, e dell’Istituto Tecnico Agrario “Presta”. 


Fare un bilancio, si sa, significa redigere le negatività e le positività, le pecche e gli obiettivi raggiunti e, a questo proposito, gli studenti leccesi preferiscono lasciare agli altri l’immancabile e nutrita carrellata di critiche e manchevolezze (già iniziate da tempo, a dire il vero) ed esprimere invece in chiaro qualcuno dei punti messi a segno e dei risultati positivi conseguiti.

Intanto va detto che il Festival della Dieta Med-Italiana si è svolto a Lecce dal 24 al 27 maggio scorso e che:
-         grazie alla collaborazione della Camera di Commercio di Lecce, in persona del presidenteAlfredo Prete, e della Camera di Commercio Italo-Orientale, giovedì 24 maggio alcune tra le migliori aziende locali del settore agroalimentare hanno incontrato importanti buyer operativi sui mercati nazionali ed internazionali e hanno dato vita a nuovi e prestigiosi rapporti commerciali;
-         sono giunti in città gruppi di giornalisti, food bloggers e delegazioni, arrivati dal resto d’Italia, dalla Germania, dalla Russia, dall’Argentina, dall’Inghilterra e dalla Svizzera per scoprire, conoscere, apprezzare (…e augurabilmente pubblicare) i prodotti locali di stagione e la cucina di tradizione ad essi ispirata;
-         gli alberghi di Lecce e molti b&b hanno registrato il tutto esaurito per l’arrivo di turisti, in gruppi e singoli, giunti dal resto d’Italia e da quasi tutti i paesi europei appositamente attratti dal programma del Festival;
-         gli esperti dell’INRAN di Roma (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione) hanno potuto incontrare studenti di diverse età e trasmettere loro informazioni e consigli sull’importanza di una corretta alimentazione;
-         responsabili del SIAN dell’ASL Lecce, attraverso un’apposita postazione attrezzata, hanno incontrato le famiglie dei visitatori ed i loro figli per effettuare controlli in loco e fornire utili consigli su come correggere eventuali errori nutrizionali e comportamentali;
-         le migliori aziende agricole del territorio, di produzione e di trasformazione, attraverso gli spazi espositivi nella centralissima piazza Sant’Oronzo e attraverso i mercatini diCampagna Amica, hanno potuto offrire a migliaia e migliaia di visitatori informazioni, dimostrazioni e degustazioni relative a tutti i loro prodotti naturali e a km zero;
-         Coldiretti Lecce ha organizzato un importantissimo incontro sul delicato tema del rapporto tra agricoltura e artigianato ed i giovani, con la prestigiosa presenza del presidente nazionale di Coldiretti Giovani Vittorio Sangiorgio;
-         presso gli spazi espositivi allestiti da CIA Lecce, il pubblico visitante ha potuto incontrare e conoscere alcune tra le migliori Masserie didattiche del territorio ed i “Custodi” della tradizione rurale locale, anziani che hanno scritto con il proprio sudore e con i propri calli la storia dell’agricoltura salentina;
-         le scuole di cucina e le Masserie più prestigiose del territorio hanno organizzato mini corsi di cucina della tradizione salentina e mediterranea;
-         è stato presentato in anteprima il particolarissimo “PanSorriso”, il dolce salutare per antonomasia, realizzato da Giovanni Venneri con olio Adamo e miele al posto di burro e zucchero e tanti altri ingredienti naturali, sani e a km zero;
-         ha avuto luogo il secondo importante passo concreto verso il “Protocollo dei Due Mari” tra il Comune di Vibo Valentia ed il Comune di Lecce;
-         è stato assegnato alla First Lady Usa Michelle Obama l’albero d’ulivo ultramillenario “La Regina” e la notizia è stata letta da oltre 13 milioni di persone in tutto il mondo;
-         è giunta una medaglia di merito da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed il prestigioso Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali;
-         …..tutto nasce in una scuola superiore, da un gruppo di 20 studenti ed i loro docenti.

Gli studenti leccesi sentono la necessità, oltre al piacere, di ringraziare Francesco Pacella(assessore alle risorse agricole della Provincia di Lecce), per essere una gran bella persona prima ancora di un ottimo amministratore, Antonio Gabellone (presidente della Provincia di Lecce) per la cortesissima attenzione e disponibilità, Dario Stefàno (assessore alle politiche agricole della Regione Puglia) per la disponibilità dimostrata, Alfredo Prete (presidente della Camera di Commercio di Lecce) per la fattiva collaborazione, S.E. Giuliana Perrotta (Prefetto di Lecce) per il prestigioso appoggio, Paolo Perrone e Massimo Alfarano (sindaco e assessore uscente del Comune di Lecce) per la gentilissima considerazione. Se non fossero così tanti, meriterebbero i ringraziamenti personali anche tutti i responsabili delle istituzioni e delle aziende sinora menzionati, senza la loro fattiva e preziosa collaborazione l’evento non sarebbe stato il “Festival della Dieta Med-Italiana”.

Progetti futuri? Tanti.
Considerando che il Festival non è altro che uno degli strumenti attraverso i quali gli studenti del Costa intendono portare avanti il progetto complessivo conosciuto con il nome “Dieta Med-Italiana”, sono in programma un altro grande evento per questo autunno e una miriade di piccole e grandi iniziative durante tutto l’anno atte a far comprendere e a promuovere l’importanza della dieta mediterranea italiana, oltre naturalmente all’organizzazione nella primavera del 2013 dell’edizione n. 1 del Festival.

Alcuni riferimenti utili:
Festival della Dieta Med-Italiana: www.dietameditaliana.it/festival

martedì 29 maggio 2012

Dall’arte pasticciera salentina arriva il “PanSorriso” il dolce buono e naturale, ottimo per la salute


Giovanni Venneri e Mimmo Adamo hanno presentato
alla stampa e al pubblico il dolce perfetto per la
Dieta Med-Italiana durante l’omonimo Festival di Lecce

LogoPansorriso.gif

PS01sm.jpgGiovanni Venneri, maestro pasticciere di Alliste (Le), l’aveva annunciato circa due mesi fa, aveva detto che stava lavorando all’elaborazione di un nuovo dolce dalle caratteristiche uniche; avrebbe utilizzato olio extravergine d’oliva prodotto dall’amicoMimmo Adamo al posto del burro (un olio pluripremiato a “metro 100”, visto che il frantoio dista non più di 100 metri dal laboratorio di pasticceria), miele salentino al posto dello zucchero e diversi altri ingredienti sani, a km zero e tipici del territorio. Oggi l’annuncio si è trasformato in realtà e giornalisti e pubblico hanno potuto degustare di persona il “PanSorriso”, questo nuovo dolce creato appositamente per la Dieta Med-Italiana e presentato nell’ambito dell’omonimo Festival di Lecce.

Inutile dire che il PanSorriso è piaciuto a tutti. La delicatezza e la leggerezza che lo contraddistinguono, uniti agli aromi tipici delle due versioni presentate, fichi e arance, hanno raccolto consensi e plausi dai giornalisti, dagli esperti, dai cittadini del luogo e, soprattutto, dai numerosissimi turisti italiani e stranieri giunti in città per l’importante evento.

foto04sm.jpgAnche il nome, il logo e l’originale forma di questo nuovo prodotto della pasticceria salentina sono piaciuti molto. L’icona che lo caratterizza richiama anche la forma con cui il PanSorriso si presenta al consumatore, ossia  un sole sorridente, simbolo emblematico di questa terra. Il nome mette allegria soltanto a pronunciarlo e poi, è stato sperimentato in questi giorni presso lo stand in piazza, è sufficiente assaggiarne un pezzo per entrare in uno stato di buonumore. Il sottotitolo (“Ha il Salento dentro”) invece la dice lunga sulla sua caratteristica principale.

E sarà probabilmente proprio questa sua caratteristica che ne decreterà la fortuna. Sì perché è convinzione consolidata che i dolci più sono buoni e più sono dannosi per la salute, mentre oggi c’è il PanSorriso che è un prodotto dolciario in grado di unire un gusto eccellente all’uso di ingredienti assolutamente naturali e sani, perfettamente in linea con la dieta mediterranea nostrana, i quali, pertanto, lo rendono paradossalmente salutare. Diamo il benvenuto, quindi, al dolce italiano della salute.

--------------------------
La Dieta Med-Italiana (in inglese Med-Italian Diet) è il progetto con cui i giovani salentini, promotori del movimento “Repubblica Salentina”, stanno mettendo in piedi una nuova e incisiva strategia di marketing, capace di tradurre in business l’importantissimo riconoscimento mondiale della dieta mediterranea quale “Patrimonio immateriale dell’umanità” da parte dell’Unesco. L’idea è quella di far comprendere ad inglesi, americani, tedeschi, canadesi e al resto del mondo che l’ultracentenario stile alimentare italiano è in assoluto il regime più indicato per nutrirsi in maniera sana, per prevenire e combattere malattie importanti (ipertensione, arteriosclerosi, diabete, malattie cardiovascolari, obesità, …), per mangiare bene senza rinunciare al gusto e, infine ma non meno importante, per raggiungere la sospirata sostenibilità ambientale. Se questo obiettivo fosse raggiunto, si otterrebbe un notevole incremento della domanda dei nostri prodotti agroalimentari ed un incisivo ed importantissimo aumento del numero di visitatori stranieri interessati a conoscere la nostra cucina. Come dire, commercio e turismo in un colpo solo.

giovedì 17 maggio 2012

Un albero d'ulivo per Michelle Obama


michelle1sm.jpgLecce – Il 25 maggio, alle ore 18, nell’ambito del Festival della Dieta Med-Italiana, sarà firmato il documento ufficiale di assegnazione onoraria di un particolarissimo albero d’ulivo monumentale salentino (denominato “La Regina”) alla First Lady degli Stati Uniti, la signora Michelle Obama. L’assegnazione è motivata dal grande ed importante impegno con cui la moglie del presidente Usa negli ultimi anni ha indicato e ha incoraggiato il popolo americano e, in particolare, i bambini e le loro famiglie, a seguire uno stile di vita più sano basato sui concetti fondamentali della Dieta Mediterranea, i quali prevedono sia una corretta alimentazione che una maggiore attività fisica. Oltre all’aspetto simbolico dell’assegnazione, anche tutto l’ottimo olio extravergine d’oliva che l’albero produrrà il prossimo autunno sarà inviato alla famiglia Obama presso la Casa Bianca.

Le parti coinvolte sono diverse, ognuna per le proprie competenze. C’è la Provincia di Leccein persona del presidente Antonio Gabellone e dell’assessore all’agricoltura Francesco Pacella, c’è l’Istituto Costa di Lecce, ideatore e promotore del progetto “Dieta Med-Italiana”, c'è la Camera di Commercio e la Coldiretti di Lecce, in rappresentanza di categoria, c'è la Cooperativa Sant'Anna di Vernole, azienda produttrice dell'olio ricavato dall’albero, e c'è, non certo meno importante, la sig.ra Ines Maria Antonucci proprietaria del terreno che ospita la maestosa pianta.

Nei giorni scorsi la Provincia di Lecce ha inviato alla First Lady Michelle UlivoReginasm.jpgObama presso la sua residenza a Washington e, per conoscenza, all'ambasciatore Usa in Italia, Mr. David Thorne, una comunicazione ufficiale relativa al prestigioso riconoscimento.

Dal documento si legge:
"La Provincia di Lecce, in accordo con le parti coinvolte, è lieta e onorata di omaggiare la persona della First Lady degli Stati Uniti Michelle Obama con l'assegnazione onoraria dell'albero d'Ulivo monumentale denominato "La Regina", una delle più antiche e prestigiose piante del territorio, insieme all'olio extravergine d'oliva che sarà prodotto con i suoi frutti, simbolo di pace, di alimentazione sostenibile e di benessere. Con la seguente motivazione: Per aver ideato e lanciato e per il grande impegno profuso a favore della campagna salutista 'Let's move!', attraverso la quale è stato attuato un importantissimo servizio pubblico affinché le nuove generazioni di giovani e giovanissimi americani potessero crescere in maniera più sana, avvicinandosi ad uno stile di vita caratterizzato da un regime alimentare più ricco in verdure, frutta e cibi naturali e da una maggiore attività fisica. Uno stile di vita, questo, in perfetta armonia e sintonia con i dettami della Dieta Mediterranea, riscontrata e scoperta in Italia dallo scienziato americano Ancel Keys e meritevole del riconoscimento da parte dell'Unesco quale Patrimonio Immateriale dell'Umanità. Per aver fornito un efficientissimo esempio di comportamento virtuoso, svolto in prima persona, impiantando e curando presso la Casa Bianca un orto coltivato a verdure e ortaggi e per avere, così facendo, amplificato a livello mondiale il messaggio a favore di una alimentazione più corretta, più ecosostenibile, più sana e, al contempo, gustosa e nutriente."

-----------------------------------
L’albero d’Ulivo denominato “La Regina” è un’imponente pianta ultramillenaria, della varietà autoctona “Ogliarola Leccese”. Ha un’età stimata di oltre 1.400 anni e misura una circonferenza alla base di circa 14 metri. E’ posizionata in agro di Vernole/Lecce (Puglia), individuabile su Google Maps attraverso le coordinate: 40.33.17.80N – 18.26.85.90E. Nelle sue vicinanze vi sono altri ulivi altrettanto importanti, conosciuti come “Il Re”, “Il Faraone”, etc.  “La Regina” può arrivare a produrre fino a 6 quintali di olive, capaci di trasformarsi in un massimo di 100 kg di ottimo olio extravergine d’oliva.

mapssm.jpg

Alcuni riferimenti utili:
Festival della Dieta Med-Italiana: www.dietameditaliana.it/festival
Posizione dell’ulivo in Google Maps: clicca qui
Sito della campagna “Let’s move!”: www.letsmove.gov

Foto in alta risoluzione a richiesta.

Grazie per la gentile pubblicazione.

cid:000501cadad8$5758d0f0$8b00a8c0@computerdd1da2
Istituto Tecnico Economico
"Costa"
…dal 1885, sempre un’idea avanti
P.tta De Sanctis, 10 - 73100 Lecce
Tel. 0832/306014 - Fax: 0832/303935