Visualizzazione post con etichetta comunicato stampa. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta comunicato stampa. Mostra tutti i post

martedì 22 gennaio 2013

A Carlo Petrini farà piacere sapere che...


...al sud i giovani cominciano a 17 anni a puntare sulla terra
Il patron di Slow Food pubblica su Repubblica.it 



Nuovi contadini: ecco i ragazzi che trasformano la terra in oroIl 18 gennaio scorso, Carlo Petrini, gastronomo, giornalista e scrittore italiano, fondatore del movimento culturale Slow Food, ha pubblicato suLa Repubblica delle Idee un bel articolo dal titolo Contadini: ecco i ragazzi che trasformeranno la terra in oro”, sottotitolo: “La disoccupazione giovanile si attesta intorno al 37%: l'agricoltura potrebbe offrire delle possibilità. I posti di lavoro sono in crescita del 6% nel settore e in tutta Italia compaiono ‘esempi virtuosi’.”

Ed è a proposito di questi esempi virtuosi che sicuramente a Petrini farà piacere sapere che al sud c’è un istituto tecnico economico e tecnologico, pubblico, che da oltre un anno ha compreso, forse in anticipo, il suo messaggio e che ha avviato in una classe di 25 studentesse e studenti un progetto concreto basato sul lancio e rilancio di prodotti della terra e loro trasformazioni. Niente simulazioni, ma imprese reali con prodotti reali, marketing, vendite e guadagni compresi. La scuola è il “Galilei Costa” di Lecce ed il progetto è conosciuto come “Dieta Med-Italiana”. 

Nel suddetto articolo il giornalista, da un lato, fotografa la situazione attuale e la propone come«un classico 2+2: l’agricoltura ha bisogno di giovani, i giovani hanno bisogno di lavoro. Dovrebbe risultare logico e immediato che la prima preoccupazione della politica oggi dovrebbe essere quella di facilitare l’accesso dei giovani … in agricoltura», mentre dall’altro racconta di alcuni esempi di sua conoscenza in cui i giovani sono tornati a gestire aziende di famiglia o hanno deciso di punto in bianco di occuparsi di terra e di agricoltura. Tutti gli esempi hanno in comune il fatto che i protagonisti sono sulla trentina o più.

Nectareasm.jpgA Petrini allora farà sicuramente piacere sapere che sei studenti 17enni della 4°B della scuola salentina venti giorni fa hanno lanciato sul mercato un nuovo olio extravergine d’oliva prodotto esclusivamente con cultivar autoctone del Salento. I giovani hanno registrato il marchio “Nectarea”, hanno individuato una particolarissima bottiglia in acciaio inox ed un packaging molto accattivante, e hanno iniziato a vendere on line le prime bottiglie, la maggior parte in Italia ma alcune anche in Inghilterra, Francia e Canada. In soli 21 giorni.

A Petrini farà inoltre piacere sapere che altri cinque studenti annunceranno a breve la nascita del nuovo brand “Frisedda Regina” che si pone come obiettivo quello di far trovare sugli scaffali di supermercati e gourmet store in tutta Italia le nuove confezioni di frise salentine, un piatto della gastronomia rurale locale, tanto povero quanto gustoso, nutriente e sano.

A Petrini farà ancora piacere sapere che altri quattro studenti stanno lavorando da alcuni mesi alla pubblicazione di un nuovo portale web che raccoglierà e racconterà la Dieta Mediterranea Italiana, ossia i centri, i ricercatori, gli eventi e le iniziative del Bel Paese che rivolgono la loro attenzione allo stile nutrizionale e di vita più sano e sostenibile che ci sia.

A Petrini farà poi piacere sapere che quattro studenti, sempre della stessa classe, si stanno occupando, per conto di un artigiano pasticciere, del marketing innovativo attraverso il web di un particolarissimo dolce, il “PanSorriso”, definito anche dolce della salute per la caratteristica di essere realizzato con ingredienti sani e a km 0, come olio extravergine al posto del burro e miele locale al posto dello zucchero.

festival.gifInfine, a Petrini farà piacere sapere che gli ultimi sei studenti della classe leccese stanno organizzando in prima persona il “Festival della Dieta Med-Italiana”, dal 24 al 28 aprile p.v., un’importante e ricca kermesse che vede al fianco dei giovani la Provincia di Lecce, il Comune, la Camera di Commercio e la Regione e che in cinque giorni trasformerà la città di Lecce in una capitale agroalimentare ospite di esposizioni, convegni, incontri con buyer, corsi di cucina e tanto ancora.

E ora, dopo tante cose che faranno piacere a Carlo Petrini, vi raccontiamo cosa farebbe piacere agli studenti della 4°B del “Galilei Costa” di Lecce.
 A loro farebbe piacere che Petrini accettasse il loro invito a partecipare al “Festival della Dieta Med-Italiana” e che, in quella occasione, potesse conoscere di persona i diversi protagonisti di queste storie e che potesse dare loro i suoi preziosissimi consigli e dritte per il futuro. Ne hanno bisogno e hanno una gran voglia di ascoltare e di imparare.

domenica 18 novembre 2012

MASSAIE MODERNE@LA CUCINA ITALIANA


http://www.massaiemoderne.it/wp-content/uploads/2012/11/logomassaiesidebar.png




Milano - Archeologia culinaria: Il 900 e le ricette de La Cucina Italiana. Saranno questi i protagonisti dell’evento del prossimo 23 novembre presso il temporary space natalizio de La Cucina Italiana, il mensile enogastronomico pubblicato fin dal 1929.
E il gusto del 900, riscoperto grazie al prezioso archivio storico del giornale, è anche il protagonista del neonato sito www.massaiemoderne.it.
Il sito porta la firma di Samanta Cornaviera, professione speaker ma animo massaico, che da qualche anno studia ed esplora l’archivio storico del mensile e lo riporta all’attualità, ripreparando le ricette per i palati di oggi.
Laboratori creativi, di cucina ma non solo, animeranno lo spazio per una serata all’insegna della riscoperta.
Durante l’evento si potrà partecipare a piccole lezioni di sartoria, lavoro a maglia e creatività, degustazione di vini, cioccolato e altri prodotti selezionati, e verranno proposti assaggi di ricette della prima metà del Novecento.

Vi saranno inoltre lezioni di cucina d’antan con la presentazione, fra le altre, della ricetta del 1941 “il boccone della crocerossina”, con la partecipazione della chef de La Cucina Italiana Clelia Carrara e raccontata dal professor Mauro Rossetto, direttore dei Musei di Lecco e storico dell’alimentazione. Il professor Rossetto spiegherà l’evoluzione della cucina e dei gusti italiani nella prima metà del secolo scorso, ai tempi della seconda guerra mondiale e dell’autarchia economica fascista.
L’evento avrà inizio alle 18.30, le lezioni di cucina e l’intervento di Mauro Rossetto sono previsti per le 19.00 circa.
L’ingresso è libero.







Per il programma degli altri eventi del Temporary: www.lacucinaitaliana.it/default.aspx?idPage=4134

martedì 5 giugno 2012

Festival della Dieta Med-Italiana un bilancio che punta al positivo

Ad una settimana dal termine dei lavori, i giovani studenti del Costa
tirano le somme e pensano alle prossime iniziative


ragazzi10.jpg
Lecce – E’ passata una settimana dalla chiusura dei lavori del Festival della Dieta Med-Italiana, l’edizione zero di una ricca kermesse dedicata al regime alimentare e allo stile di vita più sano, equilibrato e sostenibile che ci sia, ed è tempo di bilanci. Un festival ideato e promosso dagli studenti della classe 3B dell’Istituto Costa di Lecce, sostenuto dallaProvincia di Lecce, dalla Camera di Commercio locale e dal Comune di Lecce, patrocinato dal Ministero dell’Agricoltura e da Puglia Promozione, e realizzato con la collaborazione fattiva dell’INRAN di Roma, della Regione Puglia, dell’ASL Lecce/SIAN, deiGAL “Terra d’Arneo” e “Capo di S. Maria di Leuca”, di Cia, Coldiretti e Confindustria, e dell’Istituto Tecnico Agrario “Presta”. 


Fare un bilancio, si sa, significa redigere le negatività e le positività, le pecche e gli obiettivi raggiunti e, a questo proposito, gli studenti leccesi preferiscono lasciare agli altri l’immancabile e nutrita carrellata di critiche e manchevolezze (già iniziate da tempo, a dire il vero) ed esprimere invece in chiaro qualcuno dei punti messi a segno e dei risultati positivi conseguiti.

Intanto va detto che il Festival della Dieta Med-Italiana si è svolto a Lecce dal 24 al 27 maggio scorso e che:
-         grazie alla collaborazione della Camera di Commercio di Lecce, in persona del presidenteAlfredo Prete, e della Camera di Commercio Italo-Orientale, giovedì 24 maggio alcune tra le migliori aziende locali del settore agroalimentare hanno incontrato importanti buyer operativi sui mercati nazionali ed internazionali e hanno dato vita a nuovi e prestigiosi rapporti commerciali;
-         sono giunti in città gruppi di giornalisti, food bloggers e delegazioni, arrivati dal resto d’Italia, dalla Germania, dalla Russia, dall’Argentina, dall’Inghilterra e dalla Svizzera per scoprire, conoscere, apprezzare (…e augurabilmente pubblicare) i prodotti locali di stagione e la cucina di tradizione ad essi ispirata;
-         gli alberghi di Lecce e molti b&b hanno registrato il tutto esaurito per l’arrivo di turisti, in gruppi e singoli, giunti dal resto d’Italia e da quasi tutti i paesi europei appositamente attratti dal programma del Festival;
-         gli esperti dell’INRAN di Roma (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione) hanno potuto incontrare studenti di diverse età e trasmettere loro informazioni e consigli sull’importanza di una corretta alimentazione;
-         responsabili del SIAN dell’ASL Lecce, attraverso un’apposita postazione attrezzata, hanno incontrato le famiglie dei visitatori ed i loro figli per effettuare controlli in loco e fornire utili consigli su come correggere eventuali errori nutrizionali e comportamentali;
-         le migliori aziende agricole del territorio, di produzione e di trasformazione, attraverso gli spazi espositivi nella centralissima piazza Sant’Oronzo e attraverso i mercatini diCampagna Amica, hanno potuto offrire a migliaia e migliaia di visitatori informazioni, dimostrazioni e degustazioni relative a tutti i loro prodotti naturali e a km zero;
-         Coldiretti Lecce ha organizzato un importantissimo incontro sul delicato tema del rapporto tra agricoltura e artigianato ed i giovani, con la prestigiosa presenza del presidente nazionale di Coldiretti Giovani Vittorio Sangiorgio;
-         presso gli spazi espositivi allestiti da CIA Lecce, il pubblico visitante ha potuto incontrare e conoscere alcune tra le migliori Masserie didattiche del territorio ed i “Custodi” della tradizione rurale locale, anziani che hanno scritto con il proprio sudore e con i propri calli la storia dell’agricoltura salentina;
-         le scuole di cucina e le Masserie più prestigiose del territorio hanno organizzato mini corsi di cucina della tradizione salentina e mediterranea;
-         è stato presentato in anteprima il particolarissimo “PanSorriso”, il dolce salutare per antonomasia, realizzato da Giovanni Venneri con olio Adamo e miele al posto di burro e zucchero e tanti altri ingredienti naturali, sani e a km zero;
-         ha avuto luogo il secondo importante passo concreto verso il “Protocollo dei Due Mari” tra il Comune di Vibo Valentia ed il Comune di Lecce;
-         è stato assegnato alla First Lady Usa Michelle Obama l’albero d’ulivo ultramillenario “La Regina” e la notizia è stata letta da oltre 13 milioni di persone in tutto il mondo;
-         è giunta una medaglia di merito da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed il prestigioso Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali;
-         …..tutto nasce in una scuola superiore, da un gruppo di 20 studenti ed i loro docenti.

Gli studenti leccesi sentono la necessità, oltre al piacere, di ringraziare Francesco Pacella(assessore alle risorse agricole della Provincia di Lecce), per essere una gran bella persona prima ancora di un ottimo amministratore, Antonio Gabellone (presidente della Provincia di Lecce) per la cortesissima attenzione e disponibilità, Dario Stefàno (assessore alle politiche agricole della Regione Puglia) per la disponibilità dimostrata, Alfredo Prete (presidente della Camera di Commercio di Lecce) per la fattiva collaborazione, S.E. Giuliana Perrotta (Prefetto di Lecce) per il prestigioso appoggio, Paolo Perrone e Massimo Alfarano (sindaco e assessore uscente del Comune di Lecce) per la gentilissima considerazione. Se non fossero così tanti, meriterebbero i ringraziamenti personali anche tutti i responsabili delle istituzioni e delle aziende sinora menzionati, senza la loro fattiva e preziosa collaborazione l’evento non sarebbe stato il “Festival della Dieta Med-Italiana”.

Progetti futuri? Tanti.
Considerando che il Festival non è altro che uno degli strumenti attraverso i quali gli studenti del Costa intendono portare avanti il progetto complessivo conosciuto con il nome “Dieta Med-Italiana”, sono in programma un altro grande evento per questo autunno e una miriade di piccole e grandi iniziative durante tutto l’anno atte a far comprendere e a promuovere l’importanza della dieta mediterranea italiana, oltre naturalmente all’organizzazione nella primavera del 2013 dell’edizione n. 1 del Festival.

Alcuni riferimenti utili:
Festival della Dieta Med-Italiana: www.dietameditaliana.it/festival

venerdì 23 settembre 2011

Arte da mangiare



Orto d’Artista: dalla Semina al Raccolto
4° anno
In occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione
30 settembre - 1 - 2 ottobre 2011

Tema: La Fame

Sede della SEMINA
Società Umanitaria Via San Barnaba, 38 Milano
Parabiago – Centro Sportivo
Fnac Via Torino, 64 Milano punto di comunicazione

1.Organizzazione /Ente proponente e attività principali:
Chi siamo: Arte da mangiare mangiare Arte, associazione culturale nasce a Milano nel 1996 presso la Società Umanitaria su progetto della scultrice topylabrys.
Arte da mangiare mangiare Arte è una Associazione culturale dove gli Artisti indagano le tematiche dell’Ambiente e dell’Alimentazione. L’Associazione muove ed elabora una serie di iniziative mettendole a disposizione di Gallerie d'Arte, Ristoranti, Spazi Culturali, Istituzioni, Aziende che desiderano potenziare il proprio messaggio attraverso l'uso di codici diversi, ma di grande comunicazione.
L'obiettivo dei progetti creati da Arte da mangiare mangiare Arte è quello di affidare alla creatività di Artisti il compito di ricercare strade sempre diverse e innovative, che possano sollecitare l'attenzione del grande pubblico avvicinandolo al mondo dell’Arte, del Cibo e della Comunicazione. L’associazione si muove per comunicare il significato storico che il cibo ha nel percorso della vita dell’uomo, con lo scopo di collegare il mondo della produzione e del commercio alla pura fantasia e poesia del mondo sensibile dell’Arte, promuovendo ricerca, sinergie e contatti fra settori diversi.


2. Descrizione del progetto:
Orto d’Artista: dalla semina al raccolto si articola in due momenti/eventi principali
La Semina e il Raccolto

PRIMA PARTE :
La Semina,
30 settembre – 1 - 2 ottobre 

martedì 13 settembre 2011

MyChef.tv, la cucina d'autore



Da martedì 30 agosto è finalmente online la versione completa di MyChef.tv, il sito dedicato alla cucina d'autore. Mychef.tv si propone di raccontare attraverso video e contenuti la cucina di qualità, sana e sapientemente realizzata. Vuole tramandare la passione di un'arte praticata con maestria dai migliori chef e apprezzata dai veri e coscienti amanti del cibo.

Il sito è ricco di novità sul mondo della cucina con rubriche, ricette di grandi chef, consigli e appuntamenti per dare la possibilità a tutti gli amanti della cucina, e non solo, di trovare informazioni, suggerimenti, idee e curiosità.

Per il lancio di Mychef.tv lo chef Giancarlo Perbellini e l'artista visual art/light Massimo Ottoni si sono cimentati in un corto dedicato alla food art.
A questo link (http://www.mychef.tv/speciale-foodart/food-art/) potete visionare il cortometraggio.

Secondo la filosofia di Mychef.tv la conoscenza è alla base del mangiar bene ed è il mezzo per apprezzare e valorizzare prodotti e luoghi d’eccellenza.